Marrakech

Nessun viaggio in Marocco è completo senza visitare la città al centro del turismo del Marocco, Marrakech. La citta di Marrakech contiene l’anima moderna del Marocco, i siti ed i musei più interessanti del paese ed è la più viva di tutte le medine. la cui intensità può sopraffarvi.

Marrakech è una città tentacolare con quasi un milione di abitanti, ma per la maggior parte delle persone Marrakech è la Medina. Quasi tutte le cose di interesse storico e culturale si trovano dietro le rosa mura medievali di Medina. Rispetto ai quartieri medievali di molte città, la Medina di Marrakech è grande, circa 4 chilometri di diametro in alcuni punti. Può anche essere molto confusa, con tortuose strade coperte, stretti vicoli senza uscita, e centinaia di polverose strade laterali che nessuna macchina può percorrere. Parte del divertimento può essere perdersi e scoprire la Medina da soli, ma può anche essere stressante quindi se non vi sentite sicuri è meglio affidarsi ad una guida locale. Adesso tratteremo alcuni dei luoghi piu interessanti e da non perdere durante un viaggio o una vacanza a Marrakech in Marocco.

Piazza Djemma El Fna

Sotto ai piedi delle montagne dell’Atlante, nel centro della città di Marrakech si trova la piazza Djemaa el Fna, una famosa piazza della città riconosciuta dall’UNESCO in cui è possibile scoprire un mondo di bazar misteriosi situati tra le antiche mura della città di Marrakech. Durante il giorno, piazza Djemaa el Fna è un paradiso dello shopping, e nel contempo un eccitante e divertente posto dove è possibile ottenere una conoscenza approfondita della cultura marocchina. Ci sono souk che vendono tappeti, spezie, opere di metallo e legno e vari gingilli turistici. Di notte l’aria delle strade si riempie degli odori delle deliziose specialità vendute, dei suoni della musica marocchina, di incantatori di serpenti, di chiromanti e le scimmie trasformano la piazza in un circo medievale.

Il subtropicale Giardino Majorelle si trova nel cuore di Gueliz, all’interno della città imperiale di Marrakech. Si tratta di uno dei luoghi più affascinanti e spettacolari all’interno di questa città fatta di mura rosse. Il Giardino Majorelle fu disegnato da un artista francese nel 1924. I suoi edifici sono impreziositi da una tonalità
unica di cobalto, il colore presente nel giardino. Il giardino che si estende su una superficie di 12 ettari è impreziosito da bouganville multicolori, da file di brillanti nasturzi arancio, gerani rosa, pergolati audaci e percorsi colorati nei toni del rosa pastello, di limone e mela verde. Da non perdere anche il piccolo e ben curato
Museo di Arte Islamica di Marrakech, che si trova dentro al giardino.

Il minareto di Koutoubia

Il simbolo di Marrakesh è il minareto di Koutoubia del dodicesimo secolo, visibile per diverse miglia intorno alla città. Nulla a Marrakech ha il permesso di essere costruito più alto di questo minareto. Alto 77 metri, è un punto di riferimento quando ci si perde ed è quasi identico alla torre Giralda della cattedrale di Siviglia, in Spagna.
Purtroppo i visitatori non musulmani non sono autorizzati a visitare una moschea in Marocco (ad eccezione della Moschea Hassan II a Casablanca), però si possono godere le sue vedute esterne ed i suoi giardini.

El Bahia Palace

Questo palazzo del 19° secolo dispone di oltre 160 camere, ma solo circa due dozzine sono aperte al pubblico. Una parte di esso è ancora utilizzato dalla famiglia reale e dal loro personale. Esso è stata la residenza di Abou Ahmed, un ex schiavo africano salito al potere e diventato gran visir del Sultano. Il palazzo è stato chiamato
secondo la sua moglie preferita. In seguito è stato utilizzato dal governo coloniale francese come residenza del governatore. El Bahia Palace è stato accuratamente restaurato e si dice che sia il palazzo più bello aperto al pubblico a Marrakech. Al suo interno non ci sono un grande numero di mobili da vedere, nonostante tutto dispone di un ambiente silenzioso ed è probabilmente uno dei luoghi più tranquilli nel centro storico di Marrakesh.

Il Palazzo El Badi

Il suo nome significa palazzo incomparabile e questo per una buona ragione, dato che questo palazzo deve essere stato spettacolare ai tempi del suo massimo splendore. Il palazzo è stato costruito in venticinque anni, per essere
finalmente completato intorno 1593. Ora è rovinato ma comunque resta ancora molto interessante. Le camere di recente apertura e le celle del carcere sono particolarmente degne di nota, e l’ampia terrazza sul tetto è un
ottimo posto per fare delle fotografie. Il Museo di Marrakech per la Fotografia e Arti Visive è attualmente situato nei locali di El Badi.

La Medersa Ben Youssef

Costruita intorno al 1565 e poi ricostruita nel 16 ° secolo è la più grande Medersa (università islamica) in Marocco, in una sola volta circa 900 studenti hanno studiato il Corano lì. La Medersa era ancora in uso come scuola religiosa fino al 1960. Si tratta di un bellissimo esempio di architettura andalusa araba, oggi restaurata, dove si possono ammirare alcuni esempi di bellissimi lavori in legno, gesso e stucco. I visitatori hanno il permesso di camminare liberamente in tutto l’edificio comprese le vecchie stanze degli studenti.

Le cose da vedere a Marrakech sono infinite, se avete tempo potete visitare anche l’antica porta Bab Agnaou del 1185 e vicino ad essa la moschea di Kasbah, il quartiere ebreo Mellah e le mura della città vecchia.


Booking.com

Marrakech la citta piu visitata del Marocco

Marrakech la citta piu visitata del Marocco

Commenti chiusi