Finlandia

Dalle vibranti città piene d’arte di Helsinki e Turku fino alle profondità delle foreste boreali e l’arcipelago esterno scarsamente abitato, la Finlandia rimane uno degli angoli relativamente meno conosciuti dell’Europa. Mentre le città offrono molte attrazioni culturali e storiche, la natura circostante serve come un parco giochi per le attività sia invernali che estive.

Sicuramente le zone più importanti da visitare in Finlandia sono Helsinki , Tampere e tutta la Lapponia a cui abbiamo dedicato sezioni speciali. Ma ci sono altre mete un po meno battute dal turismo di massa ma che sicuramente meritano la visita e sono queste che andremo a descrivere




Le Isole Åland formano un arcipelago autonomo tra la Svezia e la Finlandia, e sono una provincia in prevalenza di lingua svedese. Åland è composta da alcuni grandi isole e da quasi 10.000 più piccole, con circa 27.500 persone vivono ad Åland, occupati principalmente nel trasporto e nel commercio. Il Museo Marittimo, il Museo delle Navi Pomerania, e il quartiere marittimo a Mariehamn sono da vedere per capire l’affascinante storia marittima delle isole. Merita una visita anche il museo a cielo aperto Jan Karlsgården in Kastelholm dove i visitatori possono vedere come sembrava una tipica fattoria dell’isola intorno al 1890. Tuttavia la grande attrazione di Aland è la sua natura incontaminata ed i suoi splendidi paesaggi.

Hämeenlinna si trova in un lungo e stretto lago, il Vanajavesi e le colline di Hattelmala rappresentano il confine a sud. Il castello di mattoni rossi è uno dei punti di interesse più noti insieme a Aulanko Park. La sua economia dipende in primo luogo dal trattamento del legno e un po di meno dalla lavorazione dei metalli. Hämeenlinna è stata anche il luogo di nascita del compositore finlandese Jean Sibelius e del poeta Paavo Cajander. Nel centro di Hämeenlinna è situata la piazza del mercato (Kauppatori), sul lato orientale sorge la chiesa luterana, con una statua del poeta nei giardini di fronte ad essa, sul lato sud della piazza si trova il municipio, mentre a nord della piazza si trova il museo di Sibelius, e un po più in là, il parco Sibelius.

Al sud-ovest del paese si trova la più antica città finlandese, Turku. A prescindere dalle sue ridotte dimensioni, le cose da vedere una volta arrivati sono numerose ed il modo migliore per scoprire il suo fascino è camminando. La parte più vivace della città sono le sponde del fiume lungo le quali vecchie navi sono state trasformate in ristoranti, e dove le famiglie si riversano per passeggiare, mangiare e sentire la musica. Il fulcro del traffico di Turku è la piazza del mercato (Kauppatori), a fianco della piazza ci sono il teatro svedese, il centro commerciale Hansa con il tetto in vetro e la bella chiesa ortodossa, mentre in piedi sul lato est della Piazza del Duomo di Turku c’è la cattedrale principale. Turku è vivace e per i numerosi eventi che si svolgono in città, ha meritato il titolo di capitale della cultura europea nel 2011. Da non perdere anche la baia di Turku dove ogni giorno si vedono salpare le navi da crociera in direzione della Svezia.




L’intera parte orientale della Finlandia è più mare che terra. Con letteralmente decine di migliaia di laghi, fiumi, paludi e laghetti, la Finlandia orientale è un favoloso parco giochi acquatico. Il lago dominante della regione è l’enorme lago Saimaa, il “lago delle mille isole ” che ha una superficie di circa 1.300 chilometri quadrati, escluso le sue numerose isole. Le sponde collinari del lago e la maggior parte delle isole sono quasi interamente coperte di foreste di conifere, con un po di boschi di betulle più a nord.

Chiunque cerca un’esperienza nel deserto artico amerà il Lemmenjoki National Park. Il tratto sopra la foresta boreale è il più grande parco in Finlandia e uno dei più vasti pezzi di terre incolte in tutta Europa, che copre più di 1000 miglia quadrate. Per i trekker, ci sono centinaia di miglia di sentieri segnalati e capanne gratuite aperte oppure più sofisticate capanne a noleggio con sauna e falò. I visitatori possono noleggiare una barca o fare un tour, questo è il posto giusto per trovare l’orso bruno, il lupo e l’aquila reale così come le alci e le renne.

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago, vicino a Turku è stato fondato nel 1983. Queste isole offrono un mix culturale unico di influenze finlandesi, russe e svedesi. Le isole finlandesi sono anche un paradiso per gli amanti delle attività all’aperto. Qui nelle isole, il cielo incontra veramente il mare ed i visitatori possono sentirsi come se avessero raggiunto i bordi della terra, l’aria è tranquilla ed il mare relativamente calmo. I turisti possono noleggiare diversi tipi di imbarcazioni, da barche a vela a kayak e barche a motore. Questo è anche un posto incredibile per vedere le foche e pescare, circa 60.000 persone vengono al parco ogni anno, ma non sembra mai affollato data la dimensione dell’area. Le isole più interessanti da visitare nel parco sono Jurmo, Noto, Uto, Aspo e Houtskär.

La Finlandia è il luogo ideale per lo sport invernale e non solo, durante gli inverni gelidi finlandesi, lo sci di fondo è spesso l’unico modo per andare in giro. Ci sono piste segnalate in tutto il paese, tra cui in molti parchi nazionali.

I laghi e i fiumi selvaggi della Finlandia forniscono alcuni eccellenti opportunità per praticare la canoa, il rafting e lo sci d’acqua. Inoltre qui è possibile sfrecciare sulla neve su una tradizionale slitta trainata dai cani oppure indossare le scarpe da trekking e seguire i numerosi sentieri della Lapponia soprattutto all’inizio dell’autunno, quando gli alberi e la vegetazione eruttano nei colori dell’arcobaleno.


Booking.com

La casa di Babbo Natale a Rovanieni in Finlandia

La casa di Babbo Natale a Rovanieni in Finlandia

Commenti chiusi